STEP 1

STEP 2

 

forward icon Ospiti
1 2 3 4 5 6

calendar Data
Mag
20
reserve
Mag
21
Mar
Mag
22
Mer
Mag
23
Gio
Mag
24
Ven
Mag
25
Sab
Mag
26
Dom

...

time Orario
12:00 12:15 12:30 12:45
13:00 13:15 13:30 19:00
19:15 19:30 19:45 20:00
20:15 20:30 20:45 21:00


Homepage

MINDSET

Quando abbiamo deciso di aprire Octavin, l’ultimo dei nostri pensieri era quello di farlo diventare l’ennesimo ristorante di lusso. La nostra filosofia è ben lontana da servizi impettiti e piatti con ingredienti costosi. Ancor prima di aprire, abbiamo deciso di eliminare tutti gli orpelli che potessero allontanare i clienti dall’unico obiettivo per il quale sarebbero dovuti venire da Octavin: l’esperienza gastronomica. Un’esperienza gastronomica in cui semplicità e qualità stanno al primo posto e i dettagli appena al di sotto, certe volte nemmeno visibili.Una cucina precisa e gustosa, senza mistificazioni, senza storie. Tutto questo è stato fondato su un’idea di base sulla quale ragioniamo ormai da molti anni: quale impatto devastante ha in termini di consumi e sprechi la ristorazione? Come riciclare? Cosa salvare? Nelle nostre visite ad amici e colleghi nel nord Europa, abbiamo avuto modo di confrontarci con una cultura molto avanti su queste tematiche ed approfondito argomenti sui quali non potevamo scendere a compromessi.

FOOD

Qualità, stagionalità, sostenibilità. Da questi tre presupposti abbiamo iniziato a pensare alla proposta gastronomica di Octavin.
Avendo un orto di proprietà che gestiamo direttamente, non potevamo non dare grande centralità a quello che riusciamo a raccogliere, al contempo però volevamo collaborare anche con amici allevatori e pescatori con i quali avevamo già lavorato e ne conoscevamo le potenzialità dei prodotti.
Questo ci da l’opportunità di cambiare molto rapidamente il menù, con inserimenti settimanali di nuovi piatti.
Lavoriamo con pochi ingredienti, piatti ingannevolmente semplici che esaltano al massimo i sapori e le caratteristiche dei prodotti.

HYDRATION

Il vino forse è stato il passo più facile da compiere. Ma non senza insidie. Grazie ad alcuni amici produttori e distributori, che sposano come noi la filosofia del “buono e sano”, siamo riusciti fin da subito ad avere una discreta selezione di vini, con etichette che spaziano dall’Italia alla Spagna, dalla Francia al Sudafrica. Nessuna preferenza di luogo, vitigno o stile, ma solamente quello che a noi piace bere e che volevamo condividere con i nostri clienti.

Meanwhile on instagram